Tutte le Attività

le attività annesse all’Hotel Martello.

LE ATTIVITA'

  • Diving
  • Lampedusa
  • Lampione
  • Linosa

Il diving è annesso all’Hotel Martello ed organizza corsi subacquei con rilascio di brevetti internazionali.
Per le escursioni il diving dispone di due imbarcazioni comode e veloci dotate di moderne attrezzature.
Il diving offre ai subacquei nuovi punti d’immersione in tutto l’arcipelago delle Pelagie: dalle coloratissime grotte e pareti calcaree di Lampedusa, ai salti mozzafiato della vulcanica Linosa, non ultimo l’isolotto di Lampione con i suoi segreti custoditi gelosamente da grosse cernie e squali grigi.

Lampedusa "Un mare cristallino"
Lampedusa racchiude un mondo sommerso di incredibile bellezza dove volteggiano indisturbati delfini e tartarughe, mentre pesci variopinti si agitano veloci tra le praterie di posidonia a pochi metri dalle bianche spiagge di sabbia finissima.
E sulle incantevoli spiagge della costa sud, in particolare nella baia dell'Isola dei Conigli tra la soffice sabbia, depone le uova una specie rara e protetta di testuggine marina la "Caretta Caretta".

Nei mesi di giugno e luglio è possibile scorgere a fior d’acqua decine di tartarughe mentre ondeggiano tranquille per scaldarsi al sole.
Non solo, Lampedusa è il trionfo della vita, un luogo che racchiude un’infinità di specie tra ricciole nei mesi da marzo a luglio, delfini ormai da anni stanziali e la grande varietà di pesce azzurro.
Imperdibile nel mese di marzo il passaggio del capodoglio a pochi metri dalla costa di Lampedusa, il più grande di tutti gli Odontoceti misurando fino a 18 metri di lunghezza.

La sorella minore "Lampione"
Isolotto che si staglia a circa 11 miglia di mare tranquillo da Lampedusa.
E’ poco più di uno scoglio, unica testimonianza umana è un faro di pietra ormai automatizzato.
Grazie alle caratteristiche tropicali dei suoi fondali è possibile divertirsi tra le miriade di tane e anfratti presenti nella zona.
Intorno a -20 metri è possibile incontrare banchi di dentici, saraghi, dotti, murene e ammirare la Pinna Nobilis il più grande mollusco bivalve del bacino mediterraneo.
Sfiorando i -40 metri ecco destreggiare nuvole di grandi ricciole e cernie che hanno fatto di questi fondali il proprio habitat.

La sorella diversa "Linosa"
Le sue origini sono vulcaniche come testimonia la presenza di ben tre vulcani, Monte Rosso, Monte Nero e Monte Vulcano, tetto dell’isola con i suoi 195 metri di altezza.
Circa mezzo miglio a largo da Punta Calcarella, appaiono sulla superficie le rocce della Secchitella; la parete fatta di cavità, costoni e rocce stratificate si inabissa nel mare aperto.
In passato era un cratere, oggi si ha l’impressione di nuotare in un parco acquatico dove il sub non è spettatore ma parte integrante: uno scenario indescrivibile.
Risulta evidente l’estrema adattabilità dei pesci alla presenza dei subacquei, segno che la coabitazione è possibile in ambienti dove la tutela è realtà.